Associazione Psicoanalitica - Psicologia della Rappresentazione


 

Condotto da Massimo Caluori


 

E’ un’esperienza di studio, ricerca e approfondimento clinico sulla “sabbiera”. Il Sand Play, il gioco della sabbia, fu originalmente introdotto nell’ambito del lavoro analitico con bambini dalla psicologa svizzera Dora Kalff, allieva di E. Jung, ma si presta a significativi sviluppi anche al di là del suo tradizionale impiego in ambito analitico junghiano. Può essere considerato da più punti di vista, a partire dal suo stesso valore ludico, come modalità di rappresentazione non verbale, come test proiettivo (non standardizzato), come alternativa “psicodrammatica” alle libere associazioni, e ancora altro.
Di fatto, nello spazio limitato della sabbiera si rappresenta un “mondo”, con i personaggi, gli oggetti, gli elementi della natura ecc. che il soggetto “sceglie” di mettere in scena, e di commentare, e questo gli restituisce comunque qualcosa di inaspettato, e di potente proprio perché inaspettato, con esiti di trasformazione simbolica talora notevoli.
In una prospettiva rappresentazionale, appunto, ci interroghiamo sulla complessità, su più piani, di ciò che viene messo in scena, le strutture fantasmatiche, le identificazioni, la proiezione stessa della domanda di transfert nelle sue molteplici modulazioni…
In breve, come si “ascolta” una sabbiera, e come vi si può interagire?

Il Laboratorio della sabbia è aperto a chiunque desideri approfondire aspetti sostanziali del lavoro clinico con bambini e non solo, ma costituisce anche una significativa occasione di approfondimento analitico e di formazione per chi abbia il desiderio di mettersi in gioco nell’esperienza in prima persona.

L’iscrizione al Laboratorio della sabbia può essere fatta indipendentemente oppure nell’ambito dell’adesione al Progetto formativo Gradiva, che include la possibilità di partecipare al Laboratorio di lettura e pratica psicoanalitica, al Laboratorio di Formazione Permanente (LFP) e ai Corsi.

Il laboratorio è distribuito in cicli di incontri nel corso dei due semestri, per cui le iscrizioni possono essere effettuate in vari periodi dell’anno. A tal riguardo gli interessati possono rivolgersi alla Segreteria oppure direttamente al conduttore.

E' previsto un colloquio con il responsabile del corso.

 

Per informazioni: 
Istituto Gradiva, (055-287206).
info@istitutogradiva.it, oppure:
Massimo Caluori, (0571-466338) massimocaluori@email.it